Omicidio Pontoglio, la banda colpevole è responsabile di altri 11 colpi

0

Li aveva scoperti in casa e poi li aveva inseguiti mentre tentavano di rubare la Mercedes del figlio. Nello scontro con i malviventi era stato colpito da una bottigliata in testa e dopo undici giorni di ricovero era morto per la ferita. Quella vicenda oggi ha avuto un epilogo: i carabinieri di Brescia hanno chiuso le indagini sui tre albanesi arrestati l’estate scorsa e responsabili della morte del macellaio di Pontoglio Pietro Raccagni. Tutto era avvenuto la notte tra il 7 e l’8 luglio. Per i tre uomini – Vitor Lleshi, 23 anni, per il cugino Pjeter Lleshi, 21 anni, e per Anton Vlashi, 24 anni – la posizione si è aggravata. Infatti, come si legge dal Bresciaoggi, secondo gli investigatori la banda è colpevole di altri undici colpi in villa nell’ovest bresciano e nel bergamasco, tra giugno e luglio, ed è coinvolta anche in cinque rapine in casa e in un  sequestro di persona.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome