Adro: scavando per un vigneto scoprono una fattoria romana

0

Finalmente è arrivato il momento della presentazione. Dopo 4 anni di scavi e studi, domani sera presso il castello Oldofredi di Iseo ci sarà la presentazione dei ritrovamenti romani di Adro.

Tutto è partito nel lontano 1991 quando, mettendo a dimora un vigneto nei terreni dell’azienda , a Torbiato Adro, vennero scoperti resti romani risalenti alla seconda metà del primo secolo dopo Cristo. Se allora i ritrovamenti furono molto interessanti, ma di piccola entità (cocci di vasi, di coppe e di bacili, e qualche pezzo decorativo piuttosto misterioso), ad esclusione di una importante fornace per la cottura dell’argilla, nel 2009 venne alla luce la fattoria vera e propria. Gli scavi sono andati avanti nella più totale discrezione fino al 2013 ed ora gli archeologi sono pronti a parlarne alla popolazione.

Di cosa si tratta? Pare che nei pressi della fornace ci possa essere stata una sorta di fattoria, o villa fortificata, con annesso un luogo di sepoltura. Parte dell’ingresso della villa è stato asportato dal terreno e posizionato in una grossa teca di vetro. Per ora è tutto ciò che si sa. Domani sera alle 20:30 l’archeologa Ivana Venturini spiegherà nel dettaglio cosa è stato trovato sotto terra.
(Red.)

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome