Poste, presidio sindacale in via Gambara: basta chiusure e riduzione servizio

0

Presidio sindacale questa mattina, martedì 17 marzo (dalle ore 10 alle ore 13) davanti al Palazzo delle Poste di Via , 10 a , accanto alla stazione ferroviaria cittadina. Cisl, Cgil, Confsal e Ugl protestano contro il progetto di razionalizzazione di altri 16 uffici postali nella nostra provincia.

“Razionalizzazione è la parola magica di Poste Italiane – spiega Giovanni Punzi, segretario generale dei postali Cisl – magica per i bilanci dell’azienda, non certo per il servizio, né per i lavoratori e tantomeno per i cittadini. Per l’azienda razionalizzare è in sostanza il primo passo per chiudere gli uffici postali giudicati poco redditizi. Si comincia con la riduzione degli orari di apertura per finire sempre nello stesso modo: la soppressione del servizio”

Questa speciale “cura” messa in atto dalla politica aziendale di Poste Italiane ha portato negli ultimi 4 anni alla razionalizzazione di 32 uffici postali nel bresciano. E la storia continua con il piano industriale 2015 presentato dall’azienda che nella nostra provincia si traduce in 8 nuove chiusure e 8 nuove razionalizzazioni.

Negli incontri con i Sindaci dei Comuni interessati – loro malgrado – dal nuovo piano di razionalizzazione, l’azienda sostiene che la soluzione sarà quella del “postino telematico”. Ipotesi suggestiva e fantasiosa che però non cambia il contenuto del piano d’impresa che punta esclusivamente sui tagli e che coinvolgerà anche i portalettere con il risultato di avere il recapito della posta a giorni alterni.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome