Lonato vuole attrarre i turisti grazie all’albergo diffuso

0

"La Cittadella di Lonato del Garda e il progetto dell’Albergo diffuso per il rilancio di un’economia turistica e sostenibile". Sarà questo il tema di un importante convegno tramite il quale il Comune, la Fondazione Ugo da Como di Lonato e l’Università di Brescia vogliono presentare alla cittadinanza quello che per ora è solo una suggestione: l’albergo diffuso nel centro storico di Lonato.

A partire dalle 9.00 presso la Sala consiliare del Comune Giancarlo Dall’Ara, Docente di Marketing turistico, fondatore e presidente dell’Associazione nazionale degli Alberghi Diffusi e massimo esperto italiano dell’argomento, assieme a Michelle Bonera ("Perché un albergo diffuso: risorsa e opportunità per una comunità ospitale"), Gian Paolo Treccani ( "Il caso della Cittadella di Lonato del Garda"), Barbara Scala (" La Convenzione tra il Comune di Lonato, l’Università degli Studi di Brescia – DICATAM e la Fondazione Ugo Da Como"), Alessandro Trevisi ("In Cittadella come in Università: il laboratorio didattico"), Lorenzo Danesi (" Una passeggiata per Lonato: potenzialità e itinerari per una "cittadella di cultura") cercherà di spiegare le potenzialità legate al progetto. Ad aprire i lavori saranno il Sindaco di Lonato Mario Bocchio, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Brescia Sergio Pecorelli, il Presidente della Fondazione Ugo Da Como Sergio Onger e il Direttore della medesima Antonio Benedetto Spada, l’Assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, . Nel pomeriggio e per tutta la domenica gli studenti di Ingegneria faranno da alla visita agli immobili più rappresentativi previsti nel Progetto Albergo diffuso.

A poter diventare "alberghi" sono stati individuati 14 palazzi storici del centro di Lonato, tutti situati nella Cittadella, che potrebbero sopperire alla mancanza di alberghi veri e propri.
(red.)

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome