Spaccio di cocaina mascherato da finta azienda: sequestri per un milione

0

Un sequestro di un milione di euro in beni da parte della Procura di Brescia in seguito all’arresto, avvenuto lo scorso 14 dicembre all’aeroporto di Eindhoven, di Bledar Pajana, il boss soprannominato il Messi d’Albania per la sua incredibile somiglianza con il calciatore. Il boss è accusato di traffico internazionale di cocaina per un giro di duecento chili al mese.

Indagini tributarie però hanno permesso di scoprire l’esistenza di un patrimonio molto più consistente. Pajana si mascherava dietro una società edile non operativa ma che gli ha permesso di acquistare terreni edificabili e vetture di grossa cilindrata. Il sequestro ha riguardato due automobili, l’azienda edile, un terreno e un immobile residenziale, oltre a denaro depositato in banca.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ecco un esempio che qualcosa funziona in Italia. Bravi! Peccato che fatti come questi non siano adeguatamente sentiti dall’opinione pubblica, più propensa ad ascoltare le notizie negative.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome