Campo Marte, all’asta la casa del custode negata dal Ministero alla Loggia

0
Campo Marte a Brescia
Campo Marte a Brescia

La Loggia aveva chiesto al Ministero che i due appartamenti all’interno della casa del custode di Campo Marte, disabitata da anni e in evidente stato di degrado, gli venissero affidati per uso sociale nell’ambito del federalismo demaniale, ma il dicastero guidato da Roberta Pinotti ha risposto picche e punta ad incassare 470mila euro dalla loro vendita.

La prima asta, fissata per il 24 aprile, sarà riservata ai dipendenti della Difesa e, solo se andrà deserta, allora verrà aperta a possibili acquirenti civili. Il problema in questo caso sarebbe mantenere gli impegni presi dall’amministrazione Paroli per la risistemazione di campo Marte, laddove ad oggi è stata sistemata “solo” la recinzione esterna e pochissimo altro. Una cosa è certa, l’amministrazione Del Bono non ha i soldi per acquistare l’ex casa del custode.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome