No alla vendita della casa del custode, la protesta dei Consigli di Quartiere

0

Si sono tenuti per mano di fronte alla palazzina i Presidenti dei Consigli di Quartiere, come forma di protesta e difesa della casa del custode di Campo Marte che, dopo aver respinto il progetto avanzato da Palazzo Loggia, il Ministero della Difesa ha messo all’asta puntando a incassare Il 490mila euro. I Presidenti hanno presidiato lo stabile nel pomeriggio di ieri per sottolineare come la palazzina, trovandosi nel bel mezzo di un bene pubblico, debba restare alla cittadinanza e magari destinata a progetti a sfondo sociale. 

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Perché il Ministero della Difesa, cioè lo Stato, dovrebbe rinunciare a 490 mila euro ? Oltretutto la palazzina non è " nel bel mezzo " ma separata.

  2. Anche se trovo questa struttura a quartieri una ca#@ta spero davvero possa servire a lasciare la casa del custode un bene al servizio della città. I ministeri devono dimagrire no?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome