Omicidio Castenedolo, sull’arma mancano impronte di Musini e dna vittima

0

Sul manico dell’ascia trovata dagli inquirenti manca il dna di Anna Mura e anche le impronte di Alessandro Musini, presunto assassino e marito della vittima. L’arma rivenuta in un campo a Castenedolo non sarebbe quindi quella usata per uccidere la donna, lo scorso 16 aprile, nella sua camera da letto. Dalle analisi sull’ascia il dna sarebbe comunque di un soggetto maschile.

Intanto Musini resta in custodia cautelare in carcere: gli inquirenti ritengono infatti che l’uomo sia il solo ad avere avuto un movente per uccidere: inoltre il fatto che si fosse dato alla fuga dopo il fatto e che al suo ritrovamento non abbia fornito spiegazioni convincenti n on migliorano la sua situazione.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome