Albero della vita: stasera in tv la presentazione in mondovisione

0

150 tonnellate di acciaio speciale, 240 metri quadrati di legno di larice siberiano, 50 quintali di bulloni e 25 chilometri di cavo; chioma del diametro di 42 metri, 35 metri di altezza complessivi, peso complessivo di circa 800 quintali; nei lavori sono stati impegnate 19 imprese e ben 250 professionisti tra progettisti, tecnici ed operai specializzati: a un giorno dall’inaugurazione ufficiale di Expo 2015, quando ancora tutto non è stato ultimato, Brescia può con orgoglio affermare di avere vinto la propria sfida dell’Albero della vita.

L’opera è ormai finita da giorni, ma la presentazione è avvenuta ieri presso la sala Beretta nella sede di Aib, in via Cefalonia. L’occasione è stata utile per ripercorrere lo strabiliante cronoprogramma che ha portato alla realizzazione dell’opera-simbolo dell’edizione milanese dell’esposizione: il via libera da parte dell’organizzazione è arrivato il 19 novembre, il 12 dicembre è nato il Consorzio Orgoglio Brescia, il 9 gennaio il via libera al progetto, e dopo soli 4 mesi il cantiere è stato consegnato, addirittura in anticipo.

Ma quella di ieri in Aib è stata solo l’anteprima della presentazione pubblica, che avverrà stasera in mondovisione: durante il concerto di Andrea Bocelli (con il coro e l’orchestra del teatro alla Scala diretti dai maestri Bruno Casoni e Marco Armiliato) da piazza del Duomo a Milano si farà uno speciale sull’Albero della Vita che per l’occasione sarà acceso da particolari effetti speciali e illuminazioni. In Italia lo spettacolo sarà visibile su RaiUno, nella trasmissione condotta da Paolo Bonolis e Antonella Clerici.
(red.)

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome