Timidi segnali di ripresa dal D’Annunzio, ma la vera prova sarà l’intesa Save-Abem

0
Numeri impietosi quelli che fotografano l’attività dello scalo monteclarense, ma che, seppur di poco, rappresentano un lieve recupero rispetto al 2013, anno nerissimo. In attesa che l’intesa Save-Abem entri nel vivo, Montichiari deve accontetarsi di trasportare il 2.1% del cargo nazionale e 9.940 passeggeri complessivi. 
Nell’annuale rapporto sui dati del traffico aereo italiano diffusi dall’Enac il D’Annunzio entra dignitosamente al 6° posto della classifica per il traffico merci; da Montichiari sono transitate complessivamente 19.158 tonnellate di merci (di cui il 70.6 rimane in Italia ed è rappresentato quasi esclusivamente dai voli delle Poste Italiane, che gestiscono in media 18 voli al giorno), in crescita del 71% rispetto al 2013 ma ben lontane dalle 47mila tonnellate del 2007. Giusto per avere dei confronti, Malpensa movimenta quasi 500mila tonnellate, e Orio al Serio 122mila. 
Per quanto riguarda i passeggeri Montichiari si piazza al 38° posto della classifica dei 45 scali più utilizzati, con solo  9.940 utenti, seppur in crescita del 38.8% rispetto al 2013. Il 76.1% dei voli sono però internazionali. Numeri impietosi anche rispetto al passato, ad esempio rispetto al record del 2005 con 400mila passeggeri.
(red.)
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome