Emergenza Caffaro: Moreni nominato commisario

0
La due giorni di visita della Commissione bicamerale Ecomafie ha portato all’ufficializzazione del nome del commissario straordinario che dovrà coordinare l’attività tra Roma e Brescia per la gestione dell’emergenza, Roberto Moreni. 
Nella conferenza stampa convocata presso la Prefettura sono stati affrontati uno alla volta i diversi temi sui quali si gioca il dibattito ambientale tra Brescia e provincia: se la situazione per quanto riguarda la Caffaro è alquanto intricata, le cose non vanno meglio in Valle Camonica nell’ex Selca di Berzo Demo, dove la Commissione si è recata per un sopralluogo. 
E’ lo stesso presidente della commissione Alessandro Bratti, che ha ricevuto dal sindaco Emilio Del Bono le critiche per le difficoltà di comunicazione tra l’ente e Sogesid, la società del ministero che ha in carico una gran parte delle bonifiche delle aree pubbliche e delle rogge, a rendere noto che i soldi per le bonifiche dell’ex Caffaro ancora non ci sono: "È stato computato un costo di 42 milioni di euro per affrontare il tema delle bonifiche. Allo stato attuale i soldi non sono disponibili a livello nazionale anche se c´è la disponibilità a trovare risorse". Sul commissario, Baratti ammette che la sua nomina non è di per sé sufficiente a velocizzare le bonifiche, o a trovare le risorse laddove non ci sono, e porta ad esempio i tre siti di interesse nazionale dove agiscono altrettanti commissari, Bagnoli, Cogoleto e Bussi.
Alla commissione sono stati rivolti anche pressanti inviti volti a favorire la discussione ministeriale per cercare di svincolare i costi delle bonifiche dal computo del patto di stabilità. L’invito è stato colto, speriamo che serva.
(red.)
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome