Manerbitaly apre alle bancarelle etniche, Forza Nuova presidia il mercato

0

Il mercato di Manerba totalmente Made in Italy – quindi solo con prodotti italiani – apre al mondo. Le polemiche, dopo che il sindaco Isidoro Bertini aveva escluso le bancarelle etniche, hanno fatto fare marcia indietro alla giunta. Un cambiamento che non è però piaciuto ai militanti di estrema destra di Forza Nuova, che avevano dedicato un plauso all’iniziale iniziativa, che accusano l’amministrazione di centro destra di  Bertini di aver ceduto "dopo una piccola protesta di centri sociali ed immigrati". La giunta, scrive in una nota FN, "ha subito accantonato il progetto del mercato dedicato ai prodotti made in Italy, che in vista di Expo avrebbe potuto rilanciare non poco i prodotti italiani e fare da eco per le eccellenze locali; calando letteralmente le brache l’amministrazione ha rilasciato la concessione agli stranieri per partecipare all’ormai ex mercato dei prodotti italiani con le loro bancarelle etniche, inutile dire che nel nuovo contesto la denominazione "Manerbitaly" perde qualsiasi valore (se verrà mantenuta), eliminando tutto l’appeal che avrebbe potuto esprimere una manifestazione di tale carattere nonchè allontanando il turismo di qualità col quale tutti gli amministratori della zona si riempiono la bocca ma non fanno nulla per meritarselo, anzi il contrario". I forzanovisti della sezione Desenzano-Salò hanno quindi di essere presenti al mercato serale di martedì per un presidio contro gli stranieri che "appoggiati dai soliti noti pretendono solo diritti senza offrire nulla in cambio".

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome