Bandi truccati e tangenti agli amministratori: sgominata banda italo albanese

0

La Guardia di Finanza di Brescia è riuscita a sgominare una banda italo albanese che teneva in pugno gli appalti pubblici di mezzo lago d’Iseo. L’operazione, denominata laguna, ha portato inoltre al sequestro di dieci imprese, novantadue immobili, trentadue autovetture, un motoscafo e 8 milioni di euro.

Due dei soggetti arrestati, i fratelli Sallaku Gezim e Saimir, il primo presidente del Darfo Calcio e già arrestato qualche mese fa per estorsione. I due sono stati portati in carcere, uno degli indagati ha l’obbligo dei domiciliari, mentre per gli altri sette responsabili è scattato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Il modus operandi messo a punto dalla gang criminale era quello di rilevare aziende edili in difficoltà economica e con queste, aggiudicarsi con il compiacimento di amministratori locali e banchieri, i bandi per i principali lavori pubblici.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome