Omicidio-suicidio Lonato, parla il titolare di Cuel: era strano nei giorni scorsi

0

Faceva il magazziniere in una concessionaria d’ Luigi Cuel, il 41enne che a Sedena di Lonato ha prima soffocato e poi accoltellato la fidanzata che voleva lasciarlo e poi si è tolto la vita impiccandosi ad un albero. A rilasciare una dichiarazione è il suo datore di lavoro che racconta, al , di come l’uomo fosse strano nei giorni scorsi, ma nessuno sospettasse tanto. Il titolare di Cuel aggiunge che in generale, negli anni, l’uomo era sempre stato schivo e mai aveva parlato della sua ragazza 18enne.  

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se le nazionalità fossero invertite, sentiremmo ora la canea razzista. Condoglianze ad entrambe le famiglie, ma un pensiero più forte alla povera ragazza.

  2. Se l’omicida fosse moldavo e la povera ragazza bresciana, oggi avremmo avuto la canea razzista scatenata: fiaccolate, raccolte di firme, interpolazioni parlamentari, salvinate, maronate, avremmo anche dovuto sorbirci la beccalossi. Invece siccome l’omicida é brescianissimo, allora é chiaro a tutti che la colpa é individuale (giustamente), non dei bresciani o degli italiani.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome