Falda inquinata sotto la Caffaro, dal 2005 ad oggi la situazione dell’acqua non è cambiata

0

A distanza di dieci anni le analisi dell’Arpa sulla falda e le acque sotterranee del Sito di interesse nazionale Brescia , danno risultati tutt’altro che incoraggiante. Pcb, cromo esavalente, solventi e mercurio sono ancora presenti in elevate quantità.

Il primo studio risale al 2005 e aveva messo in evidenza una situazione tragica con una falda profondamente malata che però a distanza di dieci anni sembra essere ancora tale. Questa condizione costringe ad un lavoro di depurazione particolarmente difficile perché è necessario che l’acqua, prima di arrivare ai rubinetti dei bresciani, venga depurata delle sostanze nocive, riducendole ai minimi consentiti per legge. E’ quello che A2A ha fatto nei mesi scorsi abbattendo il cromo esavalente.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. io non capisco perchè continuino a fare monitoraggi e analisi quando è abbastanza evidente che se c’era inquinamento nella falda nel 2005 ci sarà anche oggi. comunque, credo che l’urgenza della bonifica sia sotto gli occhi di tutti ma la politica preferisca disinteressarsene e allungare i tempi. forse perchè non sono loro a morire a causa di questo problema, anche se ricordo a tutti che moriranno prioma o poi…il giorno del giudizio arriva per tutti, politici compresi

  2. Dov’erano tutti quelli che si propongono come difensori della Padania e del suo popolo mentre una banda di criminali avvelenava il sacro suolo? Dov’erano quelli che vogliono difendere i confini dell’Italia dagli “invasori” mentre bianchissimi ed arianissimi imprenditori avvelenavano gli Italiani (quelli che vengono “prima”, avete presente?)? E dove sono oggi, oltre che a ringhiare e sbraitare contro gli “stranieri”? Non pervenuti.

  3. A parte il fatto che non ho mai avuto amici né tantomeno kompagni in qualsivoglia posto di potere, rispetto alla mia domanda chissenefrega di chi doveva controllare? Io constato che chi si riempie la bocca con la difesa degli Italiani, in realtà è un chiacchierone al quale, evidentemente, non importa un fico degli Italiani, dei Bresciani, della Patria o del territorio, perché altrimenti sarebbe in campo anche in vicende come questa e non starebbe solo a strumentalizzare disgrazie ed eventi vari per raccattare i voti dei gonzi.

  4. Perché, invece di spendere oltre 1 miliardo di euro per una metropolitana che ritengo non indispensabile, non si è investito in un risanamento che potesse limitare le terribili patologie che da anni colpiscono molti abitanti di Brescia?(sarebbe costato meno!!!) Qualcuno doveva guadagnar soldi sulla pelle delle persone? Evidentemente si. Non aggiungo altro poiché sconfinerei in considerazioni feroci!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome