Caso Manzoni, Fiore (Fn): no alle quote, ma ok classi di stranieri con insegnati specializzati

1

Sul caso delle classi della Manzoni, dove le due prime elementari non hanno studenti italiani tra i banchi, è intervenuto anche il Segretario nazionale del movimento di estrema destra Forza Nuova, Roberto Fiore, sostenendo che il "crollo demografico e coincidente aumento esponenziale dell’immigrazione, problemi a cui la politica istituzionale non sa e non vuole trovare soluzioni, dovrebbero spingerci, in prospettiva, il caso non resterà isolato, a fare di necessità virtù". La proposta di Fiore è di non avere quote di in lasse, ma classi apposite "per soli stranieri con docenti appositi e specializzati; sarebbe un vantaggio sia per i piccoli non italiani che per i nostri bambini, le ovvie ricadute negative sulla didattica – già lamentate da insegnanti e genitori che le riscontrano nelle numerose classi in cui il numero di stranieri è troppo elevato – sarebbero così scongiurate”.

 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome