Montichiari, il parco è centro di spaccio per ragazzini: 19enne ai domiciliari

0

Spacciava ai minorenni e lo faceva usando uno slang strappato alla serie americana “Weeds” (tradotto con “erba”), per evitare di venire scoperto nelle  intercettazioni. E’ finito in manette un 19enne di Montichiari, originario del napoletano e che si trova ora ai domiciliari. L’accusa è spaccio con l’aggravio della droga a minorenni.

L’indagini era iniziata in estate, a giugno, dopo che alcuni residenti avevano segnalato nel parco di via monsIGNOR Rossi, un giro strano di persone: da lì era stato fermato un 17enne che vendeva marijuana ad altri minorenni e che si è scoperto essere l’aiutante del 19enne.  La polizia che accertato circa 200 cessioni di mariujana in pochi mesi da parte del 19enne, nullafacente e già denunciato per rapina. 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Risparmiano i soldi delle merendine per la ricreazione, grattano qualche eurino dal portafogli di mamma, usano la paghetta settimanale, fanno qualche lavoretto oppure, grazie alla legge proibizionista che fa in modo che vendere sostanze illegali sia alquanto redditizio, s’improvvisano commercianti a loro volta, ben sapendo che per uno che viene beccato mille la fanno franca e guadagnano.

  2. ma i genitori non si accorgono che i loro figli arrivano a casa alterati? indagare su quale sia la causa no?..seguirli e vedere cosa succede no? poi avvisare le forze dell’ordine no? ……

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome