Gratta&Vinci al posto delle offerte in chiesa: succede a Cigole per sistemare l’oratorio

7

Al posto delle offerte il parroco di Cigole chiede ai fedeli i Gratta&Vinci. Milionari e Turisti per sempre si trasformano in offerte per la parrocchia di Cigole, il cui parroco don Abramo Camisani, ha chiesto ai fedeli che durante le messe di sabato 17 e domenica 18 ottobre le monetine delle offerte si trasformino invece in opportunità di vincita milionarie così da avere i fondi per sistemare l’oratorio, il tetto della chiesetta e l’asilo.

Per “pubblicizzare” l’iniziativa, riportata dal .it, il parroco avrebbe affisso alcuni cartelli sul portone di entrata della chiesa, così da informare i fedeli, ma avrebbe anche dichiarato al Corriere di non voler pubblicità fuori dal paese.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

7 Commenti

  1. potrebbero rivolgersi a “certi politici” che nelle loro varie spese inserivano acquisti “per gratta e vinci” magari ne hanno ancora qualcuno da passare alla “povera” parrocchia!

  2. Che la chiesa sia arrivata alla frutta tutti ormai da tempo lo sappiamo: preti incostistenti assistiti da vescovi puerili (Monari docet) che arrivano ad incentivare la ludopatia. Messaggi evangelici, morale, esempio, fanno parte dell’immaginario e purtroppo non collettivo.

  3. Meglio che vadano a farsi una passeggiata, in quei luoghi e con i preti di oggi non c’è niente da imparare, dammi retta….

  4. Mamma mia come siamo caduti in basso… E’ proprio vero che i preti di oggi non hanno la men che minima idea di quelli che sono i problemi della gente e si affidano alla fortuna per fare opere che tanto ormai non interessano più a nessuno.

  5. Spero che i gratta e vinci vincenti li prendano chi ha davvero bisogno: disoccupati, famiglie con figli piccoli, persone sole, anziani, malati impossibilitati a curarsi, non la chiesa per ristrutturare i suoi locali. Può tranquillamente farne a meno, è fin troppo pieno di chiese sempre più vuote.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome