Nuovi punti d’azzardo, Rolfi (Ln): Governo lucra sulla disperazione della gente, la nostra battaglia continua

0

“Stando a quanto riportato dalla stampa il Governo Renzi si conferma asservito agli interessi delle lobby del gioco d’azzardo.” Questo il commento del vice capogruppo della Lega Nord e relatore della legge lombarda per il contrasto alla ludopatia, Fabio Rolfi, relativo alla notizia del nuovo bando governativo inserito nella Legge di Stabilità che aprirebbe la strada a 22mila nuovi “punti azzardo”.

“La manovra – prosegue Rolfi – prevede altri 22mila ‘punti azzardo’ attivabili in Italia, con la conseguente crescita dei ludopatici e delle famiglie distrutte che purtroppo ne derivano. Questo conferma quanto poco freghi a Renzi di questa gravissima piaga sociale e quanto incoerente sia con se stesso, considerando che quando era sindaco di fu proprio lui a dare visibilità alle iniziative delle associazioni contro il gioco d’azzardo patologico.”

“Dal canto nostro, come , non siamo intenzionati ad arrenderci; nei prossimi giorni presenteremo una mozione dove, come Consiglio regionale, dichiareremo la nostra contrarietà e chiederemo alla Giunta di impegnarsi in conferenza Stato-Regioni, assieme alle altre realtà regionali che han seguito il nostro esempio sul tema, per modificare la Legge di Stabilità su questo punto. Vogliamo arrivare a zero punti azzardo autorizzabili nel 2016 e chiederemo alla Giunta un impegno costante su questo fronte, affinché il buon lavoro svolto sul territorio da sindaci, associazioni, famiglie e gruppi di mutuo aiuto, non venga vanificato da un Governo – conclude Fabio Rolfi – che conta soltanto di fare quattrini sulla disperazione della gente.”

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Rolfi ha ragione : le macchinette non c’erano da nessuna parte prima del governo Renzi ! Durante i governi Berlusconi/Bossi si giocava nascosti nei sotterranei delle città !

  2. Ma guarda sto qua che ha perso ancora una volta di fare bella figura…Ma chi glielo ricorda che le scommesse sportive sono arrivate con Berlusconi e le macchinette da Gioco d’azzardo ancora con il Berlusca con il Maroni che partecipava al banchetto e il Bossi che lucrava…
    Un altra uscita demagogica tipica di chi non ha mai argomenti…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome