Giallo di via Mazzucchelli, l’autopsia esclude la morte violenta

0

Non si è trattato di una morte violenta. E’ questo il primo dato che emerge dall’autopsia sul corpo di Pierangelo Bornati, il 45enne trovato morto nella casa di via Mazzucchelli lunedì 7 dicembre.

Serviranno quindi altri accertamenti, sopratutto di carattere tossicologico, per capire la natura della morte.

L’uomo infatti è stato trovato riverso sul letto dagli agenti della squadra mobile della Questura di Brescia che sono stati allertati dai vicini di casa che per ore hanno sentito l’acqua aperta di un rubinetto.  Nell’appartamento è stata trovata anche della , che la moglie ha riferito appartenere a Bornati. E’ stata sempre lei a raccontare agli inquirenti che il marito era solito bere molto alcool, cosa che provocava violente liti tra i due, confermate anche dalla testimonianza del figlio maggiorenne. Proprio un mese fa la Polizia era intervenuta all’esterno dell’abitazione della coppia dopo che l’uomo era rincasato per l’ennesima volta ubriaco.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome