Interrogatori caso Bozzoli, un operaio: spero che Mario sia ancora vivo

0

Iniziano ad uscire piccole indiscrezioni sull’interrogatorio dei due operai della Fonderia di Marcheno che ieri sono stati ascoltati per oltre cinque ore dai Carabinieri di sulla morte del loro datore di lavoro, Mario Bozzoli, scomparso l’8 ottobre scorso dall’azienda sita in via Gitti, a Marcheno.

“Spero che Mario sia ancora vivo, perché è lui il pilastro dell’azienda”, avrebbe confessato uno dei due operai durante l’interrogatorio. Se il collega straniero è stato ascoltato per circa tre ore, l’interrogatorio dell’operaio italiano è durato quasi cinque ore.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome