Slot machine installate illegalmente, 60mila euro di multa alla titolare di un bar

0

Mercoledì  13 gennaio, nel corso di un’operazione portata a termine dal nucleo di polizia commerciale della Polizia Locale, la titolare di un bar di via Milano è stata multata per 60mila euro per aver fatto installare quattro apparecchi elettronici per il gioco d’azzardo non in regola con la normativa regionale.

Il 28 gennaio 2014 è entrata in vigore la delibera della giunta della Regione Lombardia che vieta la collocazione di nuove in esercizi pubblici che si trovano a distanza inferiore ai 500 metri da scuole, oratori, centri di aggregazione giovanile, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o strutture sanitarie per categorie protette.

Il locale di via Milano, che si trova a una distanza inferiore di 500 metri dai luoghi sensibili, era stato aperto dopo quella data e pertanto la titolare, una cittadina di origine cinese, è stata multata per 60mila euro (15mila per ogni apparecchio). Gli agenti, inoltre, hanno messi i sigilli alle quattro slot machine, come previsto dalla legge, in attesa della loro rimozione.

Immediato il plauso, sull’operazione da parte dell’Assessore regionale Viviana Beccalossi: "Avanti cosi’. Le leggi sono fatte per essere rispettate e sono convinta che se tutti i Comuni utilizzassero il rigore dimostrato da Brescia, la nostra lotta al gioco d’azzardo patologico e al contrasto della , produrrebbe risultati ancor più rilevanti di quanto già avviene", ha commentato.  "Sarebbe bello – ha aggiunto – se il destinasse questa cifra a progetti mirati al contrasto del gioco d’azzardo patologico che, come ha detto proprio in questi giorni anche Papa Francesco, è sempre più una piaga sociale che rovina moltissime famiglie italiane". 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome