Imprese in Lombardia, nel 2015 saldo positivo grazie a quelle straniere

0

Tengono in quattro anni in Lombardia le imprese, grazie agli stranieri che hanno creato 16 mila imprese in più, +21%. Se fosse per gli imprenditori italiani le imprese sarebbero 30 mila in meno, -4,1%. Le imprese straniere contengono il calo a un -1,7%. Sono questi alcuni dati che emergono da una elaborazione della Camera di di su dati del registro imprese al terzo trimestre 2015.

Anche nell’ultimo anno il trend è confermato con 5 mila imprese straniere in più in regione che controbilanciano le 4 mila italiane in meno e fanno chiudere la regione col dato positivo di mille in più. +0,2% la crescita delle imprese lombarde, grazie al +6,1% degli stranieri, altrimenti si avrebbe un -0,6%.

Milano, Monza, Bergamo e Varese hanno i maggiori benefici nel 2015: a Milano la crescita degli italiani del +0,4% diventa un aumento del 1,6%, a Monza il calo italiano di -0,3% diventa un +0,4%, Bergamo conclude in parità anziché calare del -0,8%, Varese resta stabile invece di perdere lo 0,6%.

Per in Lombardia. L’effetto delle imprese straniere ribalta la situazione di Milano: +1,9% la crescita delle imprese in quattro anni rispetto al calo del -2% dei soli imprenditori italiani, grazie al boom del +34% degli stranieri. Bergamo perde 1.600 imprese anziché 2.800, Brescia 4 mila invece di 5 mila, Monza mille invece di duemila, Pavia “salva” 590 imprese, Varese 800. Sono loro ad avere avuto maggiori effetti a causa delle imprese straniere.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome