Manifestazione Diritti Civili, Cgil: sostegno alla legge che ci adeguerà alla gran parte d’Europa

0

Con una nota la Camera del lavoro di Brescia ha annunciato la propria adesione senza riserve e invita i propri iscritti a partecipare alla manifestazione per i diritti civili che si svolgerà a Brescia il prossimo sabato 23 gennaio in in città a partire dalle ore 15.

La manifestazione, promossa da associazioni e movimenti della società civile, si svolgerà in concomitanza con decine di altre in altrettante città italiane e precede di pochi giorni l’apertura della discussione in Senato sul disegno di legge Cirinnà.

“L’obiettivo dichiarato è sostenere questa legge, senza ulteriori mediazioni al ribasso, per fare in modo che finalmente anche l’Italia si adegui alla legislazione vigente in gran parte dei Paesi europei, riconoscendo dignità e diritti anche a gay, lesbiche e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese, alle loro famiglie, ai loro figli e figlie – si legge nella nota – Affermare – come è stato detto in queste ore – che altre sono le priorità del Paese, a partire dal lavoro, è strumentale.

Che la mancanza di lavoro sia un grave problema è indubbio, ancor più in questi anni di , ma i diritti non sono a somma zero: dare ad alcuni non significa togliere ad altri, né sono in questo caso in contrapposizione. La legge in discussione aggiunge diritti per le centinaia di migliaia di persone che oggi non ne hanno e che vivono con sofferenza questa mancanza ed aiuta la convivenza civile dentro un contesto istituzionale e comunitario di laicità che rispetta le convinzioni etiche e religiose di tutti senza la pretesa di fare gerarchie”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome