Accusati di aver derubato e lasciato morire le zie di stenti: fatto non sussiste, assolti

0

Assolti perché «il fatto non sussiste». Finisce così la vicenda che ha coinvolto Sergio Bagozzi, 76 anni di Vestone, Bruna Buccio, 72 anni di Bagolino e Giuseppe Scarmozzino, di 42 anni, accusati di aver raggirato le anziane zie, di aver svuotato il loro conto corrente e poi averle lasciate senza cure, cosa che causò la morte di una delle due, 89enne, mentre l’altra fu trovata in condizioni di grave incuria.

A Bagozzi, in particolare, erano contestati diversi reati: circonvenzione di incapace e abbandono aggravata dai motivi abbietti, dalla crudeltà, dall’avanzata età delle vittime e dalla morte di una delle due zie. Ma il tribunale ha deciso che nulla di questo accaduto.  

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E allora, per coerenza, è giunta l’ora di punire, in modo esemplare, chi ha sputtanato questi signori.
    Altrimenti non c’è giustizia.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome