Un banale incidente stradale e la discussione degenera: 47enne e 15enne alle mani

0

Un pomeriggio movimentato ieri in via Cefalonia, , all’angolo con via Corsica, proprio di fronte al . Una lite per un incidente stradale, tra l’altro lieve, si è trasformato in una rissa tanto da far intervenire la Polizia Locale, le Volanti della Questura e le ambulanze.

Secondo le informazioni riportate dal Giornale di Brescia al centro della discussione un lieve tocco di specchietti tra una Fiat Punto e una Audi. Da lì la discussione tra conducenti, che hanno chiamato la Locale, e sembrava che optassero per la constatazione amichevole. All’improvviso, però, pare che il conducente della Punto, un 47enne, abbia perso le staffe spintonando la donna, alla quale è andato in soccorso il figlio 15enne che ha colpito l’uomo. Un altro adolescente, di passaggio, ha separato i due e l’arrivo della Polizia e della Locale ha sedato gli animi.

Portati in il 47enne e il ragazzo, rispettivamente al Civile e alla Poliambulanza. 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. A me è andata bene !!! Per carità, è sempre una Punto, ma non credo ne comprerò mai più una. Visibilità: Pessima ho fatto 3 incidenti, 2 in retro e uno ripartendo da fermo in quanto l’angolo cieco è un po più di un’angolo, l’hanno arredato. Comfort: Una volta i rumorini alle fiat venivano fuori dopo qualche anno ora sono di serie sul nuovo. Guidabilità: Sembra di guidare un furgone dell’80, io c’ero so com’erano. Consumi: Il mitico 1.3 Multijet fiat non esiste più, le politiche di marchionnone nazionale iniziano a farsi vedere. Sono riuscito a venderla dopo pochi mesi evitando molte altre rogne.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome