Lavoro, Apindustria forma i docenti bresciani per formare gli studenti

0

Un percorso formativo in azienda rivolto ai docenti delle scuole superiori bresciane per apprendere sul campo le trasformazioni in corso del modo di fare impresa. È il progetto, oramai in partenza, ideato da Apindustria in collaborazione con l’ufficio scolastico di Brescia.

In alcune aziende associate e convinte del loro ruolo di responsabilità sociale si svolgeranno dei veri e propri laboratori con la formula del “gioco di ruolo” che permetteranno agli insegnanti di capire dall’interno il modo di funzionare delle imprese oggi e le loro attuali richieste di figure professionali. In questo modo gli insegnanti avranno a disposizione uno strumento in più per trasferire realmente ai ragazzi che formeranno come approcciarsi al mondo del lavoro.

«Apindustria crede fortemente alla condivisione di idee e alla formulazione di reti sul territorio per formare alleanze e momenti di scambio in merito al tema dell’ giovanile e non solo – dichiara Douglas Sivieri, presidente di Apindustria Brescia -. In una ricerca sui profili professionali che abbiamo presentato recentemente è emerso in modo chiaro che le imprese cercano molto le cosiddette soft skill, ovvero le competenze trasversali, considerate fondamentali per poter competere nel mercato del lavoro».

 Il tema di fondo è a chi spetti la formazione dei ragazzi e quali strumenti debbano essere forniti: con questo progetto Apindustria prova a dare una risposta, nella consapevolezza che è compito di tutti, imprese e , occuparsi della crescita anche professionale delle giovani generazioni.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome