La Provincia di Brescia dichiara guerra alle nutrie. Nuova strategia: droni e gabbie

0

La tradizionale doppietta è stata riposta nell’armadio. Per arrestare la proliferazione delle , allontanarle dalle aree abitate e arginare i danni causati a coltivazioni e corsi d’acqua, il ha delineato un nuovo piano d’azione, più tecnologico e organizzato.

Per individuare i roditori e le loro tane verranno utilizzati droni radiocomandati con sensori a infrarossi. La seconda fase sarà quella della cattura, con il posizionamento di 300 nuove gabbie, che si aggiungono alle 700 già utilizzate nel recente passato.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. I droni e le strategie straordinarie per contenere almeno le fertirrigazioni, le emunzioni d’acqua, l’interramento dei bodri con gli inerti, la caccia di frodo, gli sversamenti industriali e degli allevamenti… tutte attivitá illegali e seriamente nocive no?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome