Legambiente: Ntv cancella treni Milano-Torino per cercare passeggeri sulle vecchie linee

0

“Ntv (la società di Italo, ndr) cancella due treni sull’alta velocità Milano-Torino. Si tratta di una linea costata 60 milioni per chilometro e pensata per una capacità di 300 treni giornalieri. Prima di questa decisione di NTV ne passavano soltanto 36, inclusi quelli Trenitalia. La compagnia si lamenta dei pochi passeggeri sulla rete e cerca di ridurre costi cancellano due corse.Ma lo scarso utilizzo della MI-TO è normale: la linea nuova non ha stazioni intermedie che porterebbero traffico come Novara, Vercelli, Magenta, Chivasso e Santhià”. Lo dichiara in una nota Dario Balotta, Responsabile Trasporti Lombardia.

“Viviamo – aggiunge Balotta – in un paradosso: NTV toglie treni veloci dalla linea ad Alta Velocità per metterne sulle reti tradizionali - e Verona-Bologna meno performanti.

Questa è la dimostrazione che in Italia la domanda di traffico è forte sulle brevi distanze, perché esiste una città medievale ogni 50 km, in media. L’alta velocità che viaggia a 300 km/h è sovradimensionata se bisogna fermarsi ogni 50 km per riempire i treni evitando che viaggino vuoti.

Basterebbe abbandonare le manie di grandezza del e investire risorse sulle linee tradizionali, come la Brescia-Verona-Bologna con treni che viaggiano a 240 km/h. Con questa scelta di Ntv si evidenzia che il mercato si intercetta nelle città (e pensare che il tracciato del TAV Milano-Verona esclude la stazione di Brescia e il distretto turistico del Garda).

E i vantaggi sarebbero molteplici: si intercetterebbe più traffico, spendendo di meno, consumando meno energia e suolo e riuscendo ad abbattere le tariffe per gli utenti, portandoli dall’auto al treno, proprio come proposto da Legambiente che intende evitare la Tav da Brescia a Verona e sostituirla con un quadruplicamento della linea storica”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome