Associazione a delinquere per una banda di indiani. La Polizia ne arresta dieci

0

Incendi, rapine un tentato . C’è tutto questo nel curriculum di una banda indiana sgominata dalla Polizia di Brescia, che nei mesi scorsi ha messo in atto svariate azioni delinquenziali al fine di affermare il proprio predominio sul territorio.

Le forze dell’ordine hanno arrestato dieci persone con l’accusa di associazioni a delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina e per false patenti, operazioni che consentivano alla gang di ottenere ulteriore profitto.

Tra gli arrestati anche una delle persone coinvolte nell’omicidio dei coniugi Seramondi, uccisi nella pizzeria d’asporto della Mandolossa nell’agosto del 2015.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Non è certo un problema di etnia. La domanda è cosa non stiamo facendo, e non abbiamo fatto, per impedire a chi viene in Italia deliberatamente per delinquere anzichè fuggire dalle guerre, dalle persecuzioni, dalla fame, di poterlo fare quasi tranquillamente. Non ci sono alterantive: bisogna cambiare il Codice Penale e farlo rapidamente perchè dobbiamo “fare paura” a questi delinquenti anzichè “farli sorridere” se pensano a cosa li aspetta, cioè processi e pene detentive. Basta falso garantismo, basta leggi ridicole e condanne irrisorie.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome