Occuparono l’Asl, chiesti dai 6 agli 8 mesi di condanna per un gruppo di attivisti

0

Era il 30 aprile 2014 quando nove attivisti di “Stop Biocidio Brescia” occuparono l’ufficio del direttore generale dell’Asl in rappresentanza di una quarantina di associazioni ambientaliste.

Motivo dell’irruzione il presunto atteggiamento di Scarcella verso le criticità ambientali bresciane. Secondo gli attivisti il direttore generale aveva infatti minimizzato i risultati emersi dallo studio Sentieri, sottovalutando le concentrazioni degli inquinanti nei parchi pubblici all’interno del sito .

Ieri i nove attivisti sono stati convocati per l’udienza preliminare, dove gli sono stati contestati i reati di  assistiti occupazione e interruzione di pubblico servizio, con richiesta di 8 mesi di condanna per due di loro, Sei mesi, invece, per i restanti imputati. Prossima udienza il 29 giugno.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Una pena così bassa??? Ma perchè una buona volta non si applica una condanna esemplare a questi pseudo nipoti facinorosi della “resistenza”?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome