Incidenti mortali in calo, ma i primi tre mesi del 2016 sono inzuppati di lacrime

0
Ambulanza 118
Un mezzo di soccorso del 118 con barella, foto generica

 

È stato presentato ieri in Broletto “L’itinerario psicologico degli incidenti stradali”, ideato dall’Associazione Fraternità della Strada.  Uno strumento mirato a tracciare una diagnosi dei comportamenti degli automobilisti che li espongono maggiormente al pericolo di incidenti stradali. La ricerca ha fornito anche interessanti dati sulla mortalità nella bresciana.

La buona notizia è che dal 2001 al 2010 il tasso di mortalità al volante è diminuito (-42% in Italia e -50% a Brescia). Più contenuto il ridimensionamento nel lustro 2010-2015, mentre il confronto tra 2015 e 2016 fa storcere il naso. Nel primo trimestre di quest’anno, infatti, sono stati 23 i decessi rispetto agli 11 di un anno fa.

Secondo lo studio il 96% degli incidenti è riconducibile al comportamento umano e a fattori psicologici quali emozioni, abitudini consolidate e stato psico-fisico. L’eccessiva confidenza è tra i fattori di maggior rischio.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Prevenzione, prevenzione, prevenzione! Soprattutto nelle scuole, ma anche in tv, con spot forti, che lascino il segno. Meglio restare impressionati guardando uno spot e pensarci ogni volta che si sale in auto piuttosto che segnare la propria vita e pensarci ogni giorno

  2. Repressione, repressione, repressione. Ma è possibile essere così delinquenti da farmi i fari sotto le gallerie del Sebino e sorpassarmi in quadrupla riga continua con striscia rossa in mezzo ? Triplicare le multe e le sanzioni. Forse è l’unico modo per farla capire a certi DELINQUENTI.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome