Leonessa, stop in Gara 3 al PalaFerraris: Tortona vince 76-72 e riapre la serie

0

Niente da fare. La Centrale del Latte-Amica Natura Brescia non trova la vittoria al PalaFerraris e viene sconfitta 76-72 dalla Orsi Tortona al termine di una Gara 3 incredibile: i padroni di casa dominano il primo tempo e scappano sul +19, ma la Leonessa nella ripresa piazza un break di 32-13 e riaggancia la parità. Nel finale stavolta sono più lucidi i piemontesi, che conquistano la prima vittoria della serie e rimandano tutto a Gara 4, in programma lunedì alle 20.30 sempre a Casale Monferrato. Miglior marcatore per la Leonessa Damian Hollis con 32 punti.

 

Anche al PalaFerraris gli stessi quintetti delle prime due gare: Spissu-Marks-Reati-Brooks-Garri per Tortona, Fernandez-Alibegovic-Moss-Hollis-Cittadini per Brescia. Si parte con il canestro di capitan Cittadini, cui replicano però Reati due volte e Garri per il parziale piemontese di 8-0. Brescia incappa in alcuni errori al tiro, prima di due importantissime triple, una di Fernandez una di Hollis, che tolgono il coperchio al canestro di Tortona e impattano il match a quota 8. Ma i padroni di casa trovano un altro parziale, stavolta di 7-0, firmato Garri, Marks e Spissu (da tre), si portano in vantaggio 15-7 e costringono coach Diana a chiamare timeout. Scelta premiata da Moss e Bushati: il primo trova il jumper in fade away a metà del primo parziale, mentre il numero 70 l’appoggio in contropiede, e Brescia torna a -3. Tre come i punti che trova Simoncelli dall’altra parte, per riportare Tortona avanti di 6 sul 18-12. Il vantaggio piemontese aumenta dopo la tripla di Brooks e soprattutto un paio di errori in attacco della Leonessa. Che però rimane in partita grazie a Bushati, a segno ancora in contropiede, e Hollis, a segno da sotto. Sul 21-16 ci pensa ancora Hollis a riavvicinare Brescia di nuovo a -3, firmando il parziale di 6-0, ma Brooks dall’altra parte interrompe il buon momento ospite con un gioco da tre punti. Ed è solo l’inizio, perché la Leonessa chiude in maniera scellerata il primo quarto, perdendo due palloni pesantissimi e subendo un altro parziale di 8-0 e andando al primo riposo sotto 29-18.

Bushati riporta i suoi sotto la doppia cifra di vantaggio, ma Spissu trova la terza tripla della sua serata (su tre tentativi) e dà a Tortona il nuovo massimo vantaggio sul 32-20. Brescia spreca molto anche dalla lunetta (1/4 complessivi tra primo e secondo periodo) e viene punita ancora da Spissu, sempre dalla lunga distanza (35-21). Bruttini da sotto e soprattutto Bushati dalla lunghissima distanza riportano a -9 la Centrale del Latte-Amica Natura, prima del libero di Brooks che vale il 36-26 quando siamo a metà del secondo quarto. Tortona riprende a correre e trova quattro punti di Marks, scappando di nuovo a +14 (40-26). Altro timeout Diana. Ma la situazione non cambia, anzi: Brescia non trova più la via del canestro e Bianchi dalla lunetta firma il nuovo massimo vantaggio sul 42-26. Poi botta e risposta Bushati e Garri, prima del canestro di Hollis, cui replicano Brooks e Marks facendo volare Tortona sul 48-30! Fernandez e Simoncelli a segno per mantenere invariata la situazione, così come Hollis e Spissu, prima dei liberi di Simoncelli che fissano il punteggio all’intervallo sul 53-34 Tortona.

Bruttini, dopo un paio di palle recuperate bresciane, mette a segno i primi due punti della ripresa, seguito poco dopo da Hollis che ne ha per tre e riporta la Leonessa sul -14 (53-39). Marks, però, mette a segno una tripla pesantissima, con la replica di Moss con il jumper dalla media (56-41). Ma Spissu è sempre infuocato, trova un’altra tripla e riporta i suoi a +18. Bruttini va a segno da questa parte del campo, prima di un paio di minuti costellati da tanti errori da una parte e dall’altra. Passera e Hollis interrompono il momento difficile con due punti dalla media e stavolta è Tortona a non trovare più il canestro: Bushati ne approfitta per andare a segno con due liberi e riportare la Leonessa a -10 (59-49). Che diventa -8 dopo l’azione Moss-Bruttini e -7 dopo il libero di Bushati, con Brescia che finalmente stringe le maglie della difesa costringendo i padroni di casa ad alcunitiri forzati. Marks interrompe il blackout dalla lunetta e fissa il terzo parziale sul 61-52.

 

Brescia torna a -6 grazie a una tripla di Passera in apertura di quarto periodo, prima di tornare clamorosamente a -3 con un altro canestro pesante di Hollis (61-58). Poi altre due “bombe”: Simoncelli da una parte, ancora Hollis dall’altra, prima del botta e risposta Brooks-Hollis per il 66-63. Il quarto fallo di capitan Cittadini sembra complicare i piani di Diana, ma la Leonessa continua a difendere alla grande, recupera un paio di palloni e torna a -2 con il libero di Hollis (66-64). Poi un paio di minuti di errori, prima di altri due liberi di Hollis che valgono il pareggio a quota 66 a 3.58 dalla fine: parziale di 32-13 Brescia nella ripresa fino a questo momento. Marks riaccende il PalaFerraris andando a inchiodare il +2 Tortona, con Hollis che fa 1/2 dalla lunetta. Poi la Leonessa costringe i padroni di casa all’infrazione di 24” e sul ribaltamento di fronte ancora Hollis regala l’incredibile vantaggio ai suoi sul 69-68. Brooks firma il controsorpasso, ma capitan Cittadini riporta avanti Brescia con due liberi a 1.15 dalla fine (71-70). Marks trova un altro canestro pazzesco che vale il 72-71 Tortona, mentre la Leonessa sbaglia dall’altra parte del campo e Spissu manda a segno i liberi del +3 a 15 secondi dalla fine. Dopo il timeout Fernandez mette un libero, sbaglia il secondo e sul rimbalzo c’è fallo di Hollis: in lunetta Brooks fa 2/2 e chiude il match.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome