Cresce la paura per Sara, la sua auto è stata bruciata due giorni dopo la scomparsa

2
La scomparsa Sara Capoferri
La scomparsa Sara Capoferri

Cresce la paura per la scomparsa di Sara Capoferri, la 37enne di Palazzolo scomparsa dalla nottata di martedì. La sua auto, secondo quanto anticipato da BsNews.it, è stata ritrovata bruciata a Berlingo. Una circostanza che preoccupa ancora di più dopo gli ultimi sviluppi investigativi. Carabinieri, vigili del fuoco e Soccorso subacqueo hanno già passato al setaccio le zone circostanti, senza trovare nulla. Ma non basta a rassicurare i familiari.

A preoccupare è il fatto che l’auto – trovata in una zona industriale, vicino a un capannone – è stata notata da molti e mercoledì mattina – secondo quanto riferito da alcuni testimoni a Bresciaoggi – la Micra era intatta e all’interno tutto si presentava ordinato, mentre il giorno dopo aveva una gomma a terra e due giorni dopo è stata devastata dalle fiamme.

La paura di amici e familiari è che la giovane – che qualche mese si era trasferita a San Pancrazio con il compagno e la figlia – sia stata vittima di qualche malintenzionato che poi ha voluto cancellare ogni traccia del proprio passaggio.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome