Torna sul banco degli imputati l’uomo che ha rapinato una studentessa a Rovato

E' stato nuovamente rinviato a giudizio il 32enne rumeno che lo scorso 3 marzo aveva computo una rapina ai danni di una studentessa sul treno della linea Brescia-Verona, a Rovato

0
Il martelletto frangivetro con cui era stata aggredita la studentessa sul treno
Il martelletto frangivetro con cui era stata aggredita la studentessa sul treno

E’ stato nuovamente rinviato a giudizio il 32enne rumeno che lo scorso 3 marzo aveva computo una rapina ai danni di una studentessa sul treno della linea Brescia-Verona, a Rovato. Per questo reato l’uomo è stato condannato a 3 anni e due mesi. Dieci anni per tentato omicidio e rapina aggravata, invece, l’uomo li aveva “conquistati” per la rapina avvenuta il 19 marzo sul convoglio della linea ferroviaria S5 Treviglio-Varese, quando aveva colpito alla testa con un martelletto frangivetro una studentessa bergamasca di 22 anni al fine di sottrarle il cellulare.

Ora l’uomo (che vanta una lunghissima lista di precedenti) è di nuovo sul banco degli imputati con l’accusa di essere lui l’autore della rapina – avvenuta il 6 marzo nelle vicinanze della ferroviaria di Cassano – ai danni di un automobista di 43 anni, aggredito con un oggetto contudente per il portafogli. Per quest’ultima rapina il 32enne dovrà rispondere di rapina aggravata e lesioni.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome