Risorse alle Province, giovedì la giornata di mobilitazione nazionale

0
Pier Luigi Mottinelli
Pier Luigi Mottinelli

Il decreto legge, cosiddetto “manovrina”, contiene una serie di norme che riguardano le Province, ma che non rispondono alla inderogabile necessità di garantire le risorse finanziarie e di personale per lo svolgimento delle funzioni attribuite alle stesse dalla legge Delrio. Per questo motivo, dopo le azioni dei mesi scorsi a livello territoriale, su iniziativa di Unione Province Italiane, è stata indetta una Giornata di mobilitazione nazionale, che si svolgerà a Roma giovedì 18 maggio dalle ore 10.30 alle ore 13.30 al Quirino.

“Anche la di Brescia, attraverso una sua delegazione, prenderà parte a questa iniziativa – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – per dare voce a questo profondo disagio. Nei giorni scorsi ho sollecitato i Parlamentari bresciani affinché proponessero gli emendamenti predisposti da UPI sul Decreto Legge n. 50. L’obiettivo – ha proseguito Mottinelli – è quello di incrementare le risorse destinate alle Province, soprattutto per quanto concerne e scuole, tenendo anche conto della mancanza di figure professionali, avvenuta dopo la riduzione della spesa del personale del 50% rispetto al 2014. Il Parlamento – ha concluso il Presidente – su questo emendamento gioca un ruolo fondamentale. Il deve intervenire per permettere alle Province di continuare a erogare servizi essenziali. Con questa mobilitazione nazionale, vogliamo portare ancora una volta l’attenzione su questi temi e difendere con forza ciò che le Province sono tenute a garantire ai propri cittadini”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome