Lombardia, nel 2016 risparmiati 730mila euro sui vitalizi

0
Consiglio Regione Lombardia
Consiglio Regione Lombardia

Risparmi sempre maggiori destinati a borse di studio per giovani oppure devoluti a scopi umanitari e di solidarietà. E’ il Rendiconto 2016 del Consiglio regionale, documento illustrato in Aula dal Vice Presidente Fabrizio Cecchetti ( Nord) e oggi approvato con 56 voti favorevoli e 7 astenuti. Alla voce contenimento dei costi della politica risulta di particolare evidenza il risparmio di 730.000 euro derivante dal taglio dei vitalizi: 160.000 euro sono stati devoluti alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016, 385.000 euro sono stati utilizzati per sostenere associazioni ed eventi tramite patrocinio e 280.000 euro sono stati destinati a  borse di studio per tirocini formativi e di orientamento a favore di giovani neolaureati. Il Vice Presidente Cecchetti ha voluto rimarcare anche come nel 2016 il Consiglio regionale abbia effettuato pagamenti ai fornitori entro la scadenza per oltre il 97% delle fatture, con un tempo medio di 19 giorni. Rispetto al 2013 anche le spese dei gruppi consiliari sono diminuite del 62%, scendendo da oltre 1 milione e 400mila euro alle attuali 500mila euro.

“Anche nel 2016 – ha sottolineato Cecchetti – si rileva la continua riduzione dei costi della politica: l’indice che misura la spesa pro-capite della politica lombarda nel 2016 è stato pari a euro 2,46, in ulteriore riduzione rispetto al 2015 (euro 2,48), al 2014 (euro 2,66) e al 2013 (euro 2,76). Sottolineo quindi anche questo grande risultato del parlamento lombardo, che si conferma l’ente in assoluto più virtuoso e meno costoso d’Italia e d’Europa”. Il documento evidenzia un avanzo di amministrazione pari a 553.875,38 euro che verrà restituito al bilancio regionale. “Ritengo però che questi soldi – ha aggiunto Cecchetti – avrebbero potuto essere destinati da altro, come ad esempio alla promozione del Consiglio regionale nella società e alla valorizzazione della sua sede istituzionale. Uno dei freni maggiori alla realizzazione di questi progetti è sicuramente il fatto che la competenza sull’utilizzo del principalmente della Giunta regionale e non del Consiglio. Ricordo però che lo Statuto sancisce che il Consiglio ha piena autonomia di bilancio, amministrativa, contabile, patrimoniale, funzionale e organizzativa. E’ tempo di applicare fino in fondo questa autonomia. Auspico dunque che in futuro – ha concluso Cecchetti – il Consiglio regionale trovi da un lato l’orgoglio di rivendicare fino in fondo la propria autonomia e dall’altro il coraggio di utilizzare i propri fondi per promuovere, valorizzare e far conoscere a tutti i lombardi questo parlamento”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome