Arrestata ‘Bonnye’, la lady specializzata in rapine a mano armata

0
Rapina a mano armata
Rapina a mano armata

La Polizia di Stato di Brescia ieri ha arrestato una 36enne di origine ucraina con l’accusa di associazione mafiosa finalizzata all’estorsione, all’importazione di armi comuni da sparo e alla falsificazione, introduzione e diffusione di monete dello Stato.

Accuse pesanti ma non nuove per la donna, P. O., la quale era già stata sottoposta nel 2006 a fermo a seguito dell’indagine condotta dall’Arma dei Carabinieri di Aversa e successivamente scarcerata. La donna aveva in passato partecipato ad alcune a mano armata. Sempre nel 2006, poco dopo la sua scarcerazione, la donna, assieme a un cittadino italiano di origini napoletane, aveva partecipato all’assalto di un furgone condotto da un cittadino ucraino.

Nel 2015, a seguito della condanna definitiva a 4 anni per associazione di tipo mafioso, era stato emesso un ordine di carcerazione per il quale la donna era latitante da due anni. Nella giornata di ieri, all’esito di una mirata attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile, la donna è stata rintracciata nel Bresciano e portata nel carcere di Verziano.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome