Malore in campo a Leno, Codancos presenta un esposto alla Procura

1

Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Brescia per la mancanza del defibrillatore durante la finale di calcio del torneo di Porzano di Leno durante la quale un ragazzo di 13 anni si è sentito male. 

“L’importanza della attrezzatura di soccorso nei centri sportivi è chiara anche al Governo che, con il Decreto Balduzzi, ha obbligato le società sportive sia dilettantistiche che professionistiche, a dotarsi di defibrillatori semi-automatici – si legge nella nota pubblicata da Codacons -. La letteratura scientifica internazionale ha dimostrato ampiamente che, in caso di arresto cardiaco, un intervento di primo soccorso tempestivo ed adeguato contribuisce a salvaro fine al 30% in più delle persone colpite da problemi cardiaci. Il 30 giugno 2017 è scaduto il termine fissato dalla legge per dotarsi delle adeguate strumentazioni”.

Il ragazzo si è risvegliato dal coma ed è fuori pericolo.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome