Sgombero delle roulotte legittimo: il tribunale dà ragione al Comune

La sentenza: un accampamento con roulotte è un abuso edilizio se sorge senza autorizzazioni in una zona urbanisticamente non compatibile con la destinazione abitativa. Dunque, lo sgombero è legittimo

0
Il campo nomadi di via Orzinuovi a Brescia è stato sgomberato
Il campo nomadi di via Orzinuovi a Brescia è stato sgomberato

Il Consiglio d Stato ha dato ufficialmente ragione a Palazzo Loggia: un accampamento con roulotte è un abuso edilizio se sorge senza autorizzazioni in una zona urbanisticamente non compatibile con la destinazione abitativa. Dunque, lo sgombero è legittimo.

Il tribunale, infatti, ha accolto il ricorso del Comune di Brescia dopo che, nel 2014, alcune famiglie rom si erano stabilite abusivamente in un’area comprata in via Labirinto. All’occupazione era seguita l’ordinanza di sgombero e quella di rimozione delle roulotte. Ma gli ospiti dell’accampamento – dopo aver impugnato gli atti – si erano trasferiti in altro spazio, determinando l’annullamento dell’iter processuale. Da qui la decisione della Loggia di rivolgersi al Consiglio di Stato per far valere il principio. La sentenza ha dato ragione al Comune e condannato le famiglie rom al pagamento di 5 mila euro di spese legali.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome