Italcementi canta vittoria: un anno intero senza infortuni

L'azienda di Rezzato mette in evidenza il traguardo raggiunto grazie a un costante impegno: negli ultimi 16 anni infortuni calati dell'80 per cento

0
Italcementi di Rezzato
Italcementi Rezzato, foto da ufficio stampa

“Un anno senza infortuni per il personale della cementeria e delle imprese esterne che vi lavorano: è questo il traguardo raggiunto nei giorni scorsi dalla cementeria Italcementi di Rezzato – Mazzano”. Così replica una nota dell’azienda dell’hinterland cittadino, indicando come “importante risultato” un risultato che dovrebbe essere assolutamente normale.

Tale traguardo – si legge nel comunicato – “testimonia l’attività costante dell’azienda in tema di sicurezza e che si concretizza proprio grazie al coinvolgimento in prima persona di tutti i suoi dipendenti e delle imprese esterne che lavorano nell’impianto”. E come commenta il direttoee della cementeria Alfredo Vitale “è testimonianza di come la cultura della sicurezza faccia parte dell’operare quotidiano del personale dell’azienda”.

“Italcementi – continua la nota – da sempre si impegna perché la sicurezza sia uno stile di vita per i propri lavoratori e per tutte le persone che operano nell’impianto. L’insieme delle iniziative intraprese da Italcementi ha portato, negli ultimi 16 anni, a una riduzione dell’indice di frequenza degli infortuni con assenza dal lavoro di circa l’80%. Il risultato è frutto di un percorso strutturato che ha visto negli anni numerose azioni nell’implementare un innovativo approccio, che attraverso i temi fondamentali della leadership, della motivazione, dell’organizzazione e degli standard per la sicurezza operativa ha coinvolto tutto il personale dell’azienda”.

I lavoratori dell'Italcementi di Rezzato
I lavoratori dell’Italcementi di Rezzato
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome