Indiano fermato alla guida con patente e carta d’identità rumene… false

Il 42enne è risultato in regola con il permesso di soggiorno, oltre che privo di pendenze. Ma è stato infatti condannato a un anno, con pena sospesa

0
Volante Polizia
Volante Polizia

Quando è stato fermato, sull’autostrada A4, e ha esibito i documenti un dettaglio ha insospettito gli agenti della Polizia stradale di Chiari. L’uomo alla guida di un Fiat Doblò, un 42enne indiano, aveva infatti patente e carta di identità rilasciate in Romania. Tutto normale, in apparenza. Ma quando i poliziotti hanno effettuato un controllo con la centrale i documenti sono risultati assolutamente falsi. Una circostanza difficilmente spiegabile visto che il 42enne – residente in provincia di Lecco – è risultato in regola con il permesso di soggiorno ed effettivamente residente a Lecco, oltre che privo di pendenze. Ma questo trucco gli costerà caro: è stato infatti condannato a un anno, con pena sospesa.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome