Taglio dei capelli sbagliato? La cliente la fa picchiare per vendetta

Taglio sbagliato? E giù botte. E' quanto denunciato dalla titolare di un negozio di parrucchiera cinese ai carabinieri di Gavardo

0
Una pettinatura sbagliata avrebbe scatenato la violenza... Foto generica dal web
Una pettinatura sbagliata avrebbe scatenato la violenza... Foto generica dal web

Taglio sbagliato? E giù botte. E’ quanto denunciato dalla titolare di un negozio di parrucchiera cinese ai carabinieri di Gavardo secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Giornale di Brescia e ripreso da diversi media nazionali.

Stando a quanto riferito, l’episodio sarebbe avvenuto venerdì nella centralissima piazza Aldo Moro. Una donna si è presentata, accompagnata da un uomo, per il taglio. Ma al termine della prestazione sarebbe nata una lite a causa dell’insoddisfazione della cliente, che si sarebbe anche rifiutata di pagare. Non è chiaro cosa sia successo dopo, ma pare che la parrucchiera a quel punto abbia anche chiuso le porte per impedire ai due di uscire, salvo poi desistere dopo qualche minuto e lasciarli andare nonostante il “dovuto” non sia stato saldato.

Ma i veri problemi sarebbero arrivati poi, il giorno dopo, quando la donna avrebbe mandato un suo conoscente nel negozio: l’uomo – secondo quanto riferito dalla presunta vittima – avrebbe minacciato la parrucchiera e poi l’avrebbe anche picchiata (a calci oppure a pugni, circostanza non chiara) di fronte a diverse persone. Sono numerosi, però, i dettagli ancora da chiarire (il referto medico non riportava segni evidenti di violenza). Sul caso faranno luce i carabinieri, con l’ausilio dei testimoni.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome