Azzano Mella in profondo rosso: il consiglio comunale vota il dissesto

A provocare la situazione gli oneri di urbnizzazione incassati e in parte spesi per il polo logistico di Esselunga, che poi non si realizzò

0
Il Comune di Azzano Mella
Una veduta del Comune di Azzano Mella

Il Comune di Azzano Mella è ufficialmente in dissesto finanziario. Il consiglio, infatti, ha votato a maggioranza la delibera che certifica il tracollo dell’ente. Una situazione che ratifica la situazione in corso da tempo. Da quando nove anni fa l’allora amministrazione comunale guidata da Franco Gasperi aveva messo a bilancio (e in parte speso) i 2,5 milioni di euro del nuovo polo logistico di Esselunga. Che non si è mai fatto.

La voragine è stata parzialmente colmata da un piano di rientro decennale da 900mila euro. Ma la Safer di Cortefranca, che aveva versato gli oneri, ha chiesto il pignoramento della tesoreria comunale per 1,6 milioni. E Azzano – secondo quanto riferito dal Giornale di Brescia – è rimasto senza soldi per pagare stipendi e bollette di gas e luce: altri 200mila euro di debito da saldare. Ora toccherà a un commissario trovare i soldi e procedere con il pagamento.

 

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome