Far west a Desenzano, arrestato un 33enne dominicano

Nella loro abitazione la Polizia ha trovato 238 grammi di cocaina, nascosti dietro l'armadio. Ma non è stata trovata alcuna arma

1
Polizia in azione
Polizia in azione

E’ stata convalidata, ieri, la custodia cautelare in carcere per il dominicano che – secondo gli investigatori – nei giorni scorsi avrebbe sparato a uno straniero nel centro storico di Desenzano ed è poi stato trovato in possesso di un importante quantitivo di droga. Inoltre sono stati disposti gli arresti domiciliari per la compagna cubana.

Nella notte tra giovedì 19 e venerdì 20 ottobre, all’1.45, personale del Commissariato di Polizia di Desenzano è stato avvicinato in piazza Malvezzi da un addetto alla vigilianza che riferiva di una sparatoria con ferimento avvenuta poco vicino. I poliziotti hanno trovato la vittima, un marocchino del 1984, nelle vicinanze del bar di vicolo Oratorio.

Il giovane aveva riferito di essere stato aggredito da un sudamericano in seguito a una discussione per futili motivi. Pochi minuti dopo sono stati identificati un 33enne di origine dominicana e una cubana 30, sua convivente, identificata per R.M.N.

Nella loro abitazione la Polizia ha trovato 238 grammi di cocaina, nascosti dietro l’armadio. Ma non è stata trovata alcuna arma.  I due soggetti sono stati arrestati per il reato di produzione, traffico e detenzione illeciti di stupefacenti in concorso. Sono ancora in corso, invece, gli accertamenti sulla sparatoria.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Sparatoria in mezzo alla gente, sirene nella notte in pieno centro storico, fuga e urla l’altro ieri anche non di notte. Oh come si vede che e’ cambiata l’amministrazione si vede e si sente proprio! Un plauso alle forze dell’Ordine che ovviamente fanno anzi strafanno considerando le scarse risorse.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome