Gambara, Lega all’attacco: a Corvione più profughi che abitanti

L'assessore regionale Bordonali e il segretario locale del Carroccio: in una frazione da circa 100 abitanti sono mantenuti 113 aspiranti profughi

0
Immigrati e profughi a Brescia, foto generica
Immigrati a Brescia, foto generica

“A Corvione di Gambara ci sono più richiedenti asilo che residenti. Il governo, i sindaci di sinistra e i professionisti dell’immigrazione stanno combinando disastri. Il fatto che in una frazione da circa 100 abitanti siano mantenuti 113 aspiranti profughi certifica un ulteriore fallimento che non vogliamo passi sottotraccia. Questi ospiti alloggiano da anni in un ex ristorante che potrebbe accoglierne al massimo 90. Ormai per gli immigrati lo Stato va tranquillamente in deroga alla legge”. Lo hanno detto l’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia, Simona Bordonali, e il segretario della Lega Nord di Gambara Simone Zanetti in merito alla massiccia presenza di richiedenti nella frazione della bassa bresciana.

“Da soglia ministeriale, l’intero territorio comunale di Gambara dovrebbe ospitare al massimo 12 richiedenti asilo. Invece se ne contano 10 volte tanti, 116 per la precisione. Il tutto con il silenzio assenso del sindaco che al posto di combattere la situazione sta regalando a questi ospiti decine di carte d’identità. I cittadini di Gambara non possono più tollerare questa situazione” concludono Bordonali e Zanetti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome