Rugby Brescia, 60 minuti ottimi poi il blackout: Milano rimonta e vince 24-19

Una conclusione assolutamente inaspettata fino al 15' del secondo tempo, minuto in cui Brescia allungava sul 19-5 grazie alla prima meta bresciana di Kaikacishvili

0
Altra sconfitta per il Rugby Brescia - foto da ufficio stampa
Altra sconfitta per il Rugby Brescia - foto da ufficio stampa

Niente “dulcis in fundo”. Il Rugby Brescia conclude come peggio non potrebbe la Prima Fase della propria stagione e va ko 24-19 in casa del Rugby , venendo così relegato all’ultimo posto del Girone 2. Una conclusione assolutamente inaspettata fino al 15′ del secondo tempo, minuto in cui Brescia allungava sul 19-5 grazie alla prima meta bresciana di Kaikacishvili. Ma il match cambiava improvvisamente padrone, con i biancorossi che  ribaltavano l’inerzia della sfida trascinati da Pegoraro, operando la rimonta e il sorpasso decisivi. Appuntamento ora al Poule Retrocessione.

Milano in campo con Bellati, Cabrera, Dotti, Ragusi, Tipo, Gorietti, Allaria, Antinori, Sbalchero, Cipolla, Gorini, Soldi, Betti,Dudi, Lombardi; Brescia risponde con Masgoutiere, Gustinelli, Carilli, Locatelli, Zaboni, Miranda, Gazzoli, Gandolfi, Rossini, Mariani, Casali, Fierro, Trevisani, Zoli e Armantini. Dopo cinque minuti di “studio”, i bresciani trovano il primo guizzo del pomeriggio, con la meta di Zoli in maul trasformata da Carilli: Milano 0 – Brescia 7. Al 15′ i padroni di casa avrebbero la possibilità di accorciare le distanze, ma Goretti non riesce a mandare a segno il calcio di punizione. Dieci minuti più tardi è la meta di Sbalcherio (non trasformata) a permettere a Milano di realizzare i primi punti del pomeriggio e di fissare il nuovo parziale sul 7-5 Brescia. I ragazzi di coach Pisati, però, sembrano essere scesi in campo con l’atteggiamento giusto e al minuto 28 allungano nuovamente sul 12-5 grazie alla meta di Casali, ancora su maul, non trasformata da Carilli. E proprio sul 12-5 ospite si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo non regala particolari spunti di cronaca fino al 13′, quando sul taccuino finisce la prima meta in Serie A con la maglia del Rugby Brescia del pilone georgiano Aleko Kaikacishvili: Carilli trasforma per il 19-5 ospite. Sembra una prova di fuga, ma Milano si riporta sotto tre minuti più tardi con la meta di Lombardi trasformata da Pegoraro: 19-12 Brescia. Il match entra nella fase decisiva e Brescia improvvisamente si inceppa, consentendo ai biancorossi di completare la rimonta con un’altra accoppiata meta + trasformazione: punteggio così sul 19-19 al minuto 25 della ripresa. Il patatrac si concretizza con il sorpasso milanese firmato dalla meta di Bellati, fortunatamente non trasformata da Pegoraro: a poco più di 5 minuti dalla fine i padroni di casa sono incredibilmente avanti 24-19. Brescia non c’è più, i primi 60 minuti di ottimo rugby sono svaniti improvvisamente nel nulla e il match si chiude con la vittoria 24-19 del Rugby Milano, che effettua il sorpasso in classifica e fa chiudere la Prima Fase della stagione a Brescia all’ultimo posto.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome