Gardone Riviera, dal 12 febbraio al via le operazioni di recupero della chiatta

In seguito, toccherà ad Acque Bresciane mettere in sicurezza la condotta sub lacuale con l'obiettivo di ridurre al minimo il rischio di possibili danni ambientali

0
Sub nel lago di Garda, foto d'archivio
Sub nel lago, foto d'archivio

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 24 gennaio, si è tenuto in Prefettura un incontro per affrontare la tematica riguardo il recupero della chiatta affondata nelle acque del lago di Garda a novembre. All’incontro hanno partecipato il sindaco ed i tecnici del Comune di Gardone Riviera, rappresentanti del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, della Guardia Costiera, di Arpa, del Settore Ambiente della Provincia, della Società Acque Bresciane e della società Impr.Edil (armatrice della chiatta affondata).

Proprio la società proprietaria della chiatta ha illustrato, durante l’incontro, il cronoprogramma dei per la rimozione del carico della bettolina ed il successivo recupero della stessa.

Le operazioni di recupero prenderanno il via il 12 febbraio e dureranno per circa 60 giorni. In seguito, toccherà ad Acque Bresciane mettere in sicurezza la condotta sub lacuale con l’obiettivo di ridurre al minimo il rischio di possibili danni ambientali.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome