Gori annuncia un assessorato alla montagna, Tomasi in pole

Il candidato alla presidenza della Regione Lombardia Giorgio Gori, intervenendo oggi a Milano a un incontro di Confagricoltura Lombardia con tutti i candidati, ha rivelato la sua intenzione

0

Il candidato alla presidenza della Giorgio Gori, intervenendo oggi a a un incontro di Confagricoltura Lombardia con tutti i candidati, ha annunciato che è sua intenzione costituire un assessorato regionale alla montagna. E – secondo le indiscrezioni – l’incarico più ambito (o almeno quello di sottosegretario) potrebbe andare proprio a un bresciano: il camuno (ex Pd) Corrado Tomasi, fondatore della lista per le Autonomie.

“Se toccherà a noi governare, la Regione avrà un assessore alla Montagna – ha dichiarato Gori – con tutte le competenze che in qualche modo riconoscano la specificità dei territori montani, che sono il 40% dei territori della Regione. L’assessorato avrà competenza sulla forestazione, le risorse idriche, il e l’autonomia dei territori montani e sull’agricoltura di montagna. Gli investimenti sulla montagna, relativamente alle politiche forestali, all’agricoltura e agli impianti, in questi anni sono stati brutalmente ridotti, anche dell’80%. C’è, quindi, anche un tema di risorse – ha aggiunto il candidato presidente – perché la Regione Lombardia riconosce i canoni idrici solo alla provincia di Sondrio. Una cosa senza senso, visto che i territori montani sono anche in provincia di Como, Varese, Lecco, Bergamo e Brescia”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome