Il prefetto spegne l’autovelox dalle uova d’oro, Lonato protesta

Lo spegnimento del rilevatore dalle uova d'oro potrebbe provocare un ammanco di ben 1,4 milioni di euro, ma l'amministrazione non ci sta

3
Autovelox
Autovelox

Lonato è sul piede di guerra per la decisione del prefetto di spegnere gli autovelox fuori dalla galleria San Zeno, che attraversa il territorio comunale. La legge parla chiaro: è compito dei prefetti verificare che i velox fissi siano installati in posizioni davvero strategiche, al fine di prevenire gli incidenti e non soltanto di fare cassa ai danni dei cittadini (magari nemmeno residenti e votanti, visto che spesso i rilevatori sono collocati su strade di passaggio). E così è accaduto, con la cancellazione di diverse postazioni. Ma in molti hanno protestato.

A Lonato, infatti, lo spegnimento del rilevatore dalle uova d’oro potrebbe provocare un ammanco di ben 1,4 milioni di euro. Per questo, sul quotidiano Bresciaoggi, l’assessore alla Sicurezza Roberto Vanaria protesta parlando di rischio per la sicurezza (ma la legge consentirebbe comunque al Comune di fare rilevazioni con postazioni presidiate dai vigili, ndr) e annuncia possibili ricorsi. Ma la la pensa diversamente. (lu.ort)

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome